Skip to content →

Fa’ la cosa giusta

fa-la-cosa-giusta-2014Che non siamo ancora tutti e completamente rincitrulliti dalla tv e dal web, lo dimostra “Fa’ la cosa giusta”, la fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili organizzata da Terre di mezzo (28-30 marzo) a Milano. È un’occasione per approfondire i temi sull’economia solidale e prendere spunti per chi voglia provare nuovi stili di vita. Per quanto riguarda l’alimentazione, quest’anno viene aperta la “Locanda Fa’ la cosa giusta”, dedicata alle ricette della tradizione popolare e alla cucina degli avanzi. E poi: mostre, lezioni di cucina, degustazioni, laboratori. Sarà rappresentata inoltre la cucina vegana e vegetariana, anch’essa con mostra di prodotti, laboratori, degustazioni. Particolare attenzione viene data alla cucina anti-spreco, ossia come cucinare gli avanzi, comprare soltanto l’occorrente e cercare di sprecare il meno possibile (ci sarà una dimostrazione di piatti preparati con le parti di scarto). l’attenzione allo scarto o al riutilizzo degli avanzi è sempre stata presente nella nostra cucina, tanto che Olindo Guerrini ci scrisse anche un ricettario (anche se molte delle sue ricette, pur utilizzando gli avanzi, sono più costose del piatto d’origine). Però, tanto per contribuire e “fare la cosa giusta”, del Guerrini riportiamo la ricetta del

PANCOTTO

Rompete il pane in pezzetti e metteteli in una casseruola o in un pentolo con acqua che li imbeva, sale, pepe e un pizzico di zucchero se lo gradite. Lasciate inzuppare per una ventina di minuti, poi mettete al fuoco rimestando con un cucchiaio di legno. Fate bollire, aggiungete 30 o 40 grammi di burro e lasciate bollire adagio su fuoco dolce per un’ora circa. Allora il pancotto sarà al punto, ma farete bene ad aggiungere un altro poco di burro che nei giorni di stretto magro può essere sostituito dall’olio. Alcuni, prima di servire, lo stringono coll’ovo, ma è facile allora che vi riesca troppo sodo. State attenti. Invece dell’acqua si può usare il brodo o il latte.

paneEacquaBene! E se dovesse avanzare anche il pancotto? Niente paura: il nostro Autore ha pronta un’altra soluzione

MINESTRA DI PANCOTTO

Se vi rimane del pancotto, rimettetelo al fuoco e rassodatelo con rossi d’uova sode pestati e rossi crudi, rimescolando bene fino a farne una pasta alquanto consistente che insaporirete con parmigiano grattato. Con questa pasta fate tante pallottoline come una piccola nocciuola, infarinatele, friggetele e, quando sono colorite, lasciatele ben sgocciolare. Ponetele quindi in una zuppiera versandovi sopra brodo bollente, colorito leggermente con pomidoro. Servite subito.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Published in gusto notizie ricette sopravvivenza

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *